Collane


Manuali non convenzionali

Adatti sia per chi vuole acquisire competenze operative in un ambito specifico, sia per chi ha interessi da fruitore e desidera sviluppare strumenti di comprensione e interpretazione.



Oltre la didattica scolastica esistono metodologie che mettono al centro dell'attenzione il percorso creativo, elemento alla base di ogni operare umano. Questo percorso, che genera invenzioni ed innovazioni, può essere raccontato e descritto da chi ha sviluppato in prima persona un'esperienza produttiva.

I manuali non convenzionali offrono delle istruzioni d'uso per materie comprese in numerosi ambiti tematici, con un approccio che non segue una didattica normativa, tipica di una scuola, ma che, invece, prende spunto dall'esperienza diretta di chi ha sperimentato azioni fuori dagli schemi e che in questo modo ha potuto generare elementi innovativi.

I manuali non convenzionali sono una sorta di istruzioni d'autore su tematiche disparate, che spaziano dalle attività artistiche alla cucina, dalla tecnologia al marketing, dalla medicina all'arredamento, dalle dinamiche comportamentali alle pratiche sostenibili.

Gli operatori di settore possono ricavarne spunti stimolanti ed originali, che permettono di ampliare conoscenze ed orizzonti in un'ottica di pratica creativa, gli amanti di un argomento possono acquisire informazioni per ampliare la propria dinamica di approccio alla materia, entrambi avranno a disposizione strumenti nuovi da usare concretamente.

Satira & Affini

Una collana dedicata alla creatività critica che si esprime con il linguaggio dell'umorismo per evidenziare gli aspetti grotteschi di un sistema.



La satira e l'umorismo allegorico come forma di coscienza collettiva che permette di mettere a nudo le implicazioni nascoste nella gestione e nei comportamenti sociali, che utilizza lo scherno e l'ironia per criticare i costumi e le contraddizioni culturali di una società basata sull'autocelebrazione a vari livelli.

Lo scopo della collana è valorizzare quelle forme espressive di contro pensiero che aprono varchi all'interno di muraglie di protezione per le varie forme di potere e di condizionamento culturale.

Chi ha paura della satira? Chi, invece, la apprezza? Perché oggi la satira ha difficoltà di diffusione? La produzione di satira attuale sembra esistere e proliferare nella maggior parte dei casi sulla rete web, e venire, poi, condivisa sui social network. Per questo motivo si conforma alle caratteristiche dei contenuti prodotti in rete che esigono rapidità ed immediatezza nella lettura. Si possono trovare forme assai originali di satira online, ma scarseggiano quelle forme di maggior respiro, non soggette a consumo immediato, che invece possono rappresentare un valido strumento di comunicazione che possa colpire più in profondità, durare maggiormente nel tempo, sviluppare nuove forme di espressione satirica. 

La collana Satira & Affini vuole riproporre spazi più ampi, tempi più lunghi, strumenti più inossidabili e duraturi, innovativi, per un'evoluzione della satira e della comicità in genere.

Tutto questo attraverso la pubblicazione di testi inediti di nuovi autori, che propongono varie forme di rappresentazione e interpretazione della satira: tavole a fumetti, storie brevi e lunghe, sketch e formule miste nate da percorsi d'innovazione del linguaggio.

Nascosto in ciò che vediamo

Una collana dedicata alla comprensione delle dinamiche interpersonali, sociali e politiche. Talvolta è necessario non fermarsi a ciò che si vede.



Una collana per scoprire l'esistenza di meccanismi e di soluzioni che vanno oltre la realtà che crediamo di conoscere. Sempre più ci possiamo rendere conto che ci sono molti aspetti che si celano dietro il percorso abituale di percezione e di coscienza, in ogni settore dell'operare umano e nei nostri rapporti con la natura. Ciò che riusciamo a percepire è solo una porzione dell'intero.

Aspetti sociali, comportamenti, attività, relazioni, tutto mostra solo una parte della sua consistenza, perché la vita è una scoperta continua, oltre le conoscenze acquisite, oltre le informazioni fornite, oltre le certezze vendute.

Una collana per acquisire strumenti utili a comprendere le dinamiche  sociali e politiche, i comportamenti interiori e interpersonali, gli eventi della natura, che le conoscenze a disposizione non riescono spesso ad individuare. Eppure, tutto questo è davanti ai nostri occhi. Talvolta è necessario non fermarsi a ciò che si vede o a rovesciare gli occhi verso il nostro stato interiore.

Una collana per scoprire l'esistenza di meccanismi e di soluzioni che vanno oltre la realtà che crediamo di conoscere. Sempre più ci possiamo rendere conto che ci sono molti aspetti che si celano dietro il percorso abituale di percezione e di coscienza, in ogni settore dell'operare umano e nei nostri rapporti con la natura. Ciò che riusciamo a percepire è solo una porzione dell'intero.

Ci sono persone che stanno sperimentando nuovi sistemi, nuovi metodi di approcci e comprensione della vita, che stanno indagando sull'esistente, che stanno applicando modalità alternative per riscoprire l'armonia tra l'uomo e la natura, interiore ed esteriore.

Questi percorsi pratici e conoscitivi possono essere rivelati, valorizzati, condivisi per guardare con altri occhi ciò che ci circonda o ciò che sentiamo scaturire da noi stessi. Possono rappresentare elementi cognitivi da applicare alla propria esistenza per liberarsi da oppressioni culturali, sociali, economiche.

Scrittura senza padri

La collana propone romanzi e testi di vario genere che esprimono una ricerca stilistica, per offrire nuovi percorsi attraverso la narrazione.



In tempi di egemonia della commerciabilità, è possibile proporre una scrittura che abbia il coraggio di sperimentare nuove strade, nuove formule, che abbia la capacità di sviluppare una ricerca linguistica pur rimanendo nel condivisibile?

Il lettore è tuo amico, ma tu non puoi che scrivere ciò che senti, senza timore. Questo è un concetto che molti scrittori di successo hanno espresso a chi gli stava chiedendo consigli.

Scrittura senza padri significa avere la capacità e il coraggio di oltrepassare le proprie conoscenze in fatto di composizione narrativa, conoscenze basate sulla cultura dei padri, e delle madri, un linguaggio condiviso che, se interpretato alla lettera, rischia di creare stallo della produzione in nome della comprensione diffusa e comune, che poi è ciò su cui si basa l'dea del commerciabile.

Ma cosa è davvero commerciale? Ogni prodotto di successo prime di essere tale è stato sconosciuto. E' stato reso commerciale da una serie di circostanze che sono ripetibili solo in rari casi, che si possono inseguire, ma raramente raggiungere. Quello che può rimanere saldo, invece, è la coerenza con se stessi nella ricerca artistica, nel realizzare ciò che si sente. E, del resto, è anche vero che molti prodotti che sono diventati di largo interesse hanno introdotto chiari elementi di innovazione.

Quindi, si può conciliare innovazione e diffusione commerciale, comprensione e condivisione da parte di un pubblico. Il pubblico è quell'entità che può dare senso ad una operazione artistica, ma il pubblico vive delle proposte degli artisti. Non bisogna pensare di scrivere per il pubblico, ma per un preciso pubblico, come dicono gli scrittori di successo, e questo permette di sentirsi liberi di scrivere.